Il “neomecenatismo” di Antenore Energia e l’installazione diventa veicolo pubblicitario sul Mattino

del 19.09.2018

Quella in foto è la doppia pagina centrale uscita sul quotidiano il mattino di Padova del 19 settembre. È la prima di quattro ed è un interessante esperimento, una contaminazione tra arte e marketing. Una sorta di neo-mecenatismo, se si vuole, nato grazie alla sinergia tra l’artista padovano Emmanuele Panzarini ed Antenore Energia.

Il “paginone” che vedete sopra è frutto della ricerca di uno sponsor interessato a veicolare un messaggio artistico. In un certo senso, un ragionamento al contrario: non un soggetto che usa l'arte per veicolare il proprio messaggio, ma un artista che cerca un'azienda interessata alla sua creatività.

Nasce così #AntenoreEnergiaforArt, “energia per la tua creatività”. Cosa si vede in questa foto? Cosa rappresenta? Sembra una danza allegra e spensierata. Il fluttuare di venti materassini nelle acque del canale di Ponterosso, a Trieste, mosse nella giornata di ieri dalle raffiche di borino, ha catturato l’attenzione dei passanti, attratti dai colori sgargianti dei gonfiabili. L’installazione si chiama Mare Nostrum come l’operazione umanitaria che ha tratto in salvo nel Mediterraneo migliaia di migranti in fuga dalla guerra e dalla disperazione. Quello che generalmente è riconosciuto come un accessorio per lo svago e il relax, infatti, grazie alla creatività visionaria di Panzarini, è diventato uno strumento comunicativo semplice ed efficace, ideato per sensibilizzare le persone di fronte al continuo esodo di disperati che provano con ogni mezzo a raggiungere le coste italiane. Su ogni materassino gonfiabile l’artista trentaquattrenne ha disegnato una sagoma nera, di quelle che vengono tracciate sull’asfalto per indicare l’esatta posizione del corpo della vittima di un omicidio.

Per informazioni su Antenore Energia srl
Via della Provvidenza, 69 - 35030 Rubano (PD)
Per gli operatori: antenoregas@pec.it
Whatsapp: 392 5621389
Tel: 049 630466
Fax: 049 635289

Ufficio Stampa Confapi Padova
stampa@confapi.padova.it

/Argomenti